Sedurre una donna, stop alla timidezza

Qual è la differenza tra una tigre e un’antilope? Che la seconda si vanta della propria velocità, ma segretamente desidera essere una tigre. Il principale ostacolo alla seduzione di una donna, da parte di un uomo, sta nella difficoltà di imbastire un approccio convincente. Anzi, il principale diaframma è proprio quello di avvicinarsi e iniziare una conversazione.

La vera differenza tra un maschio alfa dominante e un perdente è nello status dei due: il primo maschio alfa è conscio dei propri mezzi e non ha paura delle conseguenze, il secondo è preoccupato dalle conseguenze e pensa che vada bene tutto così, che lui ha delle qualità nascoste che prima o poi (soprattutto poi, verso i settanta anni) le donne scopriranno.

Mantenendo la similitudine, in amore della velocità di fuga non ve ne fate nulla. Non serve scappare, bisogna aggredire, e nella seduzione l’approccio va fatto aggredendo la propria timidezza e il proprio imbarazzo. Il primo vero passo verso la conquista della donna è liberare sè stessi della timidezza. Conosco diversi miei amici che pensano che le amicizie e gli incontri cadano dal cielo e giocano sempre in contropiede, sperando che qualcuno presenti loro nuove ragazze. Alcune ragazze li considerano degli innocui bravi ragazzi: magari sono carini, intelligenti, ma sono letteralmente addormentati. Aspettano solo di fuggire, anzichè iniziare la caccia.

Il primo passo verso la seduzione dunque è la liberazione dalle proprie paure. Ripetetelo come un mantra: se oggi andrà male, domani sarà meglio. Con questo animo fiducioso imparate a fare conversazione con gli sconosciuti. Nel prossimo articolo vi dirò come iniziare a testare queste vostre capacità, per incominciare a tirare fuori gli artigli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *