Come sedurre una ragazza per portarsela a letto

Come sappiamo corteggiare una ragazza può rappresentare un grosso problema in mancanza di esperienza e di almeno un attributo forte che può piacere a una ragazza (aspetto fisico, risorse economiche, personalità, reputazione sociale).

Portarsi a letto poi sembrare più complicato. Ma è solo apparenza. In realtà, come spiegato nel corso di seduzione gratuito, conquistare una ragazza è la cosa più semplice del mondo proprio perché naturale. Come naturale è l’accoppiamento e il rapporto sessuale.

I condizionamenti sociali, l’inesperienza, la timidezza e la vergogna possono portare a commettere errori che sbarrano le porte alla seduzione e aprono quelle della zona amicizia. Una situazione nella quale una donna non considererà mai l’ipotesi di fare sesso con un ragazzo o un uomo.

Dal primo appuntamento al rapporto sessuale con lei

La seduzione è un gioco, ma non nel senso in cui lo interpretano gli artisti del rimorchio. È un gioco nel senso che per buona parte della seduzione, le parti giocano a non dire cosa vogliono, pur facendolo notare.

Questo dai e vai continuo fatto di sguardi, mezzi frasi, proposte, ritiri e ripensamenti serve a testare le intenzioni dell’altro partner.

E questo per vari motivi, soprattutto dal punto di vista femminile. Come ragazzo mettiti nei panni di una ragazza. Sa già per “deformazione sociale” che lui ci vuole provare, sa che l’uomo in astratto e soprattutto all’inizio è molto più interessato alle sue forme rispetto alla sua personalità.

Ha molto da perdere se non ti conosce. La sua salvezza dipende dalla sua capacità di capire chi sei e che intenzioni hai. Se fossi inaffidabile e la mettessi incinta e poi non ti assumessi le responsabilità, cosa sarebbe di lei?

La donna prefigura sempre due scenari nel suo immaginario erotico: quello migliore in assoluto e quello peggiore. Quasi mai c’è una via di mezzo. Per cui tu all’inizio potresti sembrarle perfetto, ma anche il peggiore di tutti.

In sostanza, il gioco della seduzione verte molto sulle emozioni e sulla capacità di queste di trascinare due persone all’interno di un rapporto. Emozione deriva da movimento. Il concetto è chiaro, ma come spiegato anche nel corso avanzato pure la motivazione deriva da movimento.

Quindi scatenare emozioni significa muoversi, agire, non rimanere passivo aspettando che magicamente lei si scopra innamorata di te.

Se intendi fare sesso con lei devi scatenare il suo interesse, cioè entrare nel suo immaginario erotico, che significa che lei valuta questa possibilità. Può valutare tutta la sera o solo negli ultimi cinque minuti prima di salutarvi, ma senza questa valutazione – a volte per nulla razionale, ma di istinto – non andrai da nessuna parte. Ed è meglio così talvolta, perché l’esperienza ti porta solo a capire che spetta a te creare le giuste condizioni. Ma ecco come fare.

Conoscere le tue intenzioni

Immagina che tu sia il protagonista di un film o di una serie tv. Come tale ti muovi con degli scopi ben precisi. Anzi, si può dire che tutta la trama si regge intorno al fatto che hai uno scopo che intendi raggiungere ad ogni costo e questo sai già che comporterà delle sofferenze.

Se non hai in mente lo scopo ben preciso (ad esempio: stare con quella ragazza) perché mai qualcuno dovrebbe condividere questo tuo obiettivo fino a consentirti di realizzarlo?

Molti ragazzi rimangono passivi. Cercano cose assurde, basta anche vedere le statistiche di questo sito, cercano cose assurde tipo: “come sedurre una ragazza scorpione“. Ma dico: ti sei fumato il cervello? Pensi davvero che la risposta alla seduzione sia nei segni zodiacali che non vogliono dire assolutamente nulla, se non per quelli che li fanno e ci guadagnano?

Questo livello di ingenuità, che si espande a macchia d’olio in tanti frangenti, è spiegato nel corso base. E va subito eliminato.

Il tuo obiettivo è sedurla, perseguilo. Non fare stupidaggini, non pensare alternative, non immaginare scenari magici nelle quali le cose accadono come nei film.

Cura la tua immagine

L’ingenuità di fondo porta a credere che l’apparenza non conti quando in alcuni casi è tutto. I ragazzi che hanno difficoltà con le ragazze spesso sono contraddistinti da una intelligenza sopra la media, ma questa qualità li porta a sovrastimare l’importanza della loro cultura, del loro sapere, pensando che sia sufficiente a impressionare.

Nulla ti vieta di essere intelligente e curato, ben vestito. Non devi per forza interpretare gli stereotipi da film per cui se sei nerd sei anche trasandato.

Devi curare il tuo aspetto per un motivo ineludibile: le ragazze curano molto il loro perché ritengono che le aiuti all’interno dello schema della “battaglia tra i sessi” (che non è tra maschi e femmine, ma all’interno degli stessi generi, come spiega bene l’antropologia).

Le ragazze poi si fanno influenzare da due meccanismi: la riprova sociale e la preselezione, entrambi spiegati nel corso che trovi nel menu. Attraverso la riprova sociale esse sono attente al giudizio che hanno le altre ragazze sull’uomo che frequentano.

Dall’altro, il meccanismo della preselezione fa sì che preferiscano un uomo già impegnato a uno non impegnato, a parità di condizioni. Questo perché se lui è impegnato, evidentemente deve avere delle qualità.

Quindi a nessuna piacerebbe l’idea di uscire e andare a letto con un uomo che non cura il suo aspetto perché la esporrebbe al cattivo giudizio delle altre persone.

Sedurre significa farsi desiderare

La seduzione implica che devi manifestare il desiderio di stare con lei. Questo punto è davvero importante. La zona amicizia, essere friendzonato, è come la trappola del formaggio per il topolino.

Lei ti piace, a lei piace frequentarti, ma tu non dai segno del desiderio per lei perché non sei esplicito e sufficientemente caldo, lei si abitua alla tua presenza, ma vuole frequentarti come amico.

Tu sei continuamente attirato dalla sua presenza e le dai corda, aumentando l’elemento di abitudinarietà insito nella frequentazione sterile e fredda. Rafforzi questo elemento, non ne esci più e cadi nella trappola.

Il desiderio sessuale è qualcosa di speciale. Non puoi obiettivamente desiderare tutte come desideri quella che veramente ti piace, se lo fai probabilmente sei troppo inesperto o troppo condizionato dal porno.

Devi darti dei confini, cioè una ridotta disponibilità nei suoi confronti e mostrarti desideroso. Le ragazze sanno già che potresti avere in mente di volerci fare sesso e potrà dirti di NO, ma se non ci provi, di sicuro non le dai nemmeno questa possibilità.

Sii naturale, non essere legnoso

Uno dei peggiori difetti del tradizionale corso di seduzione basato sul rimorchio è che vogliono insegnarti un armamentario di parole e comportamenti da adottare, quando in verità accoppiarsi è la cosa più naturale del mondo.

Guarda come sono fatti i nostri corpi. Il corpo maschile non ha in evidenza alcunché. Le spalle larghe piacciono, ma come attributo pesano molto meno rispetto al fondoschiena sodo e sporgente della femmina che i ragazzi trovano irresistibile.

I corpi dicono molto di noi: sul corpo maschile ci fa capire quanto la donna soppesi tanti fattori oltre all’aspetto fisico. Sul corpo femminile la riproduzione viene facilitata dai richiami sessuali che sono sporgenti, ben visibili.

Perché mai dovresti perdere tempo a imparare cose assurde come alcune specificazioni sul “linguaggio del corpo“, “frasi da dire”, “stare attento a come si comporta”.

Il rischio è che prestando troppa attenzione a questi elementi, ti dimentichi di lei. Il che è ridicolo. Quando una ragazza è interessata a te trova il modo di fartelo capire, ma è chiaro che devi essere tu a sondare il suo interesse.

Devi scatenare il suo immaginario erotico. Leggi come.

Scatena un’emozione

Non c’è nulla di più commovente di un’emozione. Quando organizzi un primo appuntamento devi essere certo che ci sarà qualcosa di emozionante.

L’emozione può essere collegata a tanti fattori. Ad esempio: una cena in un ristorante può essere molto banale. Ma se del ristorante se ne parla parecchio allora c’è un’emozione dietro.

Una passeggiata è ordinaria, ma se c’è un tramonto migliora.

Quello che è necessario capire è che ciò che proponi non è mai passivo, mai fermo. Sottintende sempre un movimento. Un qualcosa in più.

Se la inviti a cena in un ristorante lo fai perché lì preparano un piatto particolare. L’oggetto della cena non può essere lei né tantomeno la tua voglia di portarla a letto. Non crei un immaginario erotico in questo modo.

L’unica cosa che devi davvero preparare, più che imparare l’imbarazzante lessico del pick up artist, è proprio questa: il programma della serata.

Se vuoi davvero convincerla a venire con te, devi creare un ambiente dove l’emozione e il giusto umore convergano in un unico punto.

Lei deve sentirsi al sicuro prima di tutto, ma anche avvolta da un’atmosfera particolare. Per questo il marketing degli appuntamenti insiste molto su elementi apparentemente banali come le luci soffuse o la musica in sottofondo. Servono a creare un ambiente intimo e confortevole e generare emozioni a basso costo.

Come rafforzare il suo immaginario erotico

Passare una bella serata non significa andare a cena e sperare che dopo il caffè lei misteriosamente si spogli e ti salti addosso.

La cena finisce alle 23 se tutto va bene, ma dopo cosa fai? A meno che tu non abbia un’età avanzata e debba riaccompagnarla in casa di cura, se l’indomani mattina non si lavora o non si hanno impegni (e un ragazzo intelligente programma questo) andate per locali a divertirvi.

In ogni caso organizzi qualcosa per rafforzare l’emozione. Immaginati lei che racconta la sua serata alla migliore amica il giorno dopo.

Eh siamo andati a cena e poi sono rientrata, ci ha provato ma ho dovuto dirgli no, non so se lo rivedrò“.

È molto diverso da “abbiamo fatto questo e poi questo e poi siamo andati qui, poi prima di andarmene è stato molto carino e così l’ho invitato a salire”.

Se i locali o i posti che visiti sono più vicini a dove abiti tu puoi proporre di fare qualcosa.

Ciò che devi capire è che non devi essere passivo.

La passività ti costringe a invitarla a casa tua o sperare che sia lei a invitare te. Al contrario devi sempre proporre di fare qualcosa insieme. Dove sei non conta.

Quando si dice due cuori una capanna si intende proprio questo. Se c’è l’emozione di stare insieme, non conta il resto.

Mantieni l’attenzione su di lei

Durante la serata non c’è nient’altro che lei, quindi lasciala parlare, falla divertire, mantieni il costante contatto visivo, falle dei complimenti per il suo aspetto, per come veste o per quello che dice di sé, senza essere smodato.

Ma soprattutto evita di parlare sempre di te. Conosco ragazzi che escono e controllano il risultato delle partite durane la cena. Sono errori da principianti che vanno bene se hai un conto in banca che parla per te o ti assomigli a un divo di Hollywood.

Cerca di sorridere, non avere atteggiamenti da bel tenebroso perché se stai leggendo questo articolo non sei né bello, né tenebroso.

Il contatto fisico e l’escalation verso il sesso

Prima o poi si pone il problema del contatto fisico. Questo è fondamentale. Non puoi sedurre la ragazza con uno sguardo, non basta.

Ma puoi facilitare il contatto. Se a lei piace, lo farà anche lei. È sufficiente sedersi vicini, sfiorarsi le dita, cingerle delicatamente la vita, senza invadere il suo spazio personale.

Se le piaci lei accetterà questo contatto e sarà incoraggiata dalla tua audacia fintamente timida e impacciata.

Se lei si lascia accarezzare, se ricambia, se viene più a contatto è il caso di abbracciarla e baciarla, perché comunque le darai modo di rifiutare gentilmente. Non avere paura di fare una mossa del genere.

Se è tutto chiaro dall’inizio, che cioè è un appuntamento e non l’hai invitata per diventarti amica, se lo aspetta in qualche modo.

Importante è non invadere il suo spazio, cioè stringerla, né costringerla così che non si senta sicura. Deve poterti respingere se non gradisce. Ma se sei bravo nell’escalation delle mosse, vedrai che non ti respinge se le piaci.

Baciarsi per la prima volta può avvenire anche dopo il primo contatto fisico, anzi, capita spesso che accada dopo essersi presi per mano o vi siete abbracciati.

Solo quando siete in un posto nel quale vi sentite a proprio agio, ad esempio da lei o da te, puoi aumentare l’intensità del contatto fisico; puoi abbracciarla e stringerla a te mentre la baci, in genere dopo i primi baci esplorativi, che si fanno più intensi. Può avvenire anche in un luogo all’aperto, appartato, perfino in un parcheggio se c’è intesa, o in un locale, se un po’ defilati.

Anche lei ti toccherà, quindi dalle modo di farlo, non essere precipitoso e non lanciarti sul seno o sul fondoschiena come se fosse un film porno.

Il segreto è lambire le zone erogene in modo da aumentare l’immaginario erotico. Se lei aveva sperato che finisse proprio così allora è fatta. Nel corso avanzato è spiegato bene il modo in cui una ragazza può decidere di fare l’amore con te e come arriva a questa decisione (che spesso nasce sul momento, come un semplice desiderio di abbandono, di voglia di mostrarti che ci tiene).

Le zone erogene che aumentano la passione sono il collo, la nuca, l’interno coscia, l’attaccatura della schiena in basso, la zona sotto il lobo delle orecchie. Dei baci e delle carezze in questi punti, delicati e poi più spinti, la spingeranno a fare altrettanto nei tuoi confronti.

Ricorda di essere delicato, non eccessivo. La tua mascolinità si riflette di più nel prenderla dandole sempre modo di dire no e respingerti, piuttosto che agire come predatore. Nel mondo animale le femmine sono molto più dominanti e sono in grado di respingere il maschio senza farsi tanti problemi.

Devi cingerla, abbracciarla, baciarla, toccarla, ma non costringerla, chiuderla, spingerla o schiacciarla. C’è una differenza enorme. Lei apprezzerà tantissimo la libertà di movimento che le dai e il fatto che sai andare per gradi, che fai crescere l’eccitazione e rispetti i suoi spazi, pur facendoti avanti.

Senza questo crescendo di gesti e di tocchi in zone precise, non ci sarà mai quel necessario ponte che ti porta dal bacio all’amplesso.

Devi lasciarle spazio non solo perché sia anche lei a decidere cosa fare, ma anche perché così può lavorare con l’immaginazione. E tu puoi scaldare questa immaginazione avanzando e ritraendoti, prendendo e mollando. Fino a che appunto non accade l’inevitabile, basta uno sguardo per capirsi.

È lì che puoi spogliarla e lasciarti spogliare e cercare una posizione più comoda. Non pensare a scenari da film porno per due motivi:

  1. Sono imbarazzanti, ridicoli e finti.
  2. Lei è molto meglio di così

Le fantasie spinte possono anche avvenire, anzi, se lei si trova particolarmente a suo agio e prova una forte attrazione nei tuoi confronti, è possibile che si lasci andare. In ogni caso devi soddisfare il suo immaginario erotico.

Ricordati che tutto deve avvenire all’interno di una cornice naturale, ma l’accoppiamento è naturale.

Il modo in cui una ragazza può provare attrazione sessuale per te è spiegato bene nel corso avanzato. Se vuoi iniziare davvero a capire come funziona e avere più rapporti sessuali, magari con la ragazza che ti piace ti consiglio di seguire tutto il corso completo, attualmente in offerta.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.