Come suscitare interesse in una ragazza

In questo articolo capirai di più come suscitare interesse in una ragazza. Le tecniche qui spiegate non hanno alcunché di magico, né sono frutto di invenzioni di tipo psicologico.

Come già spiegato nel corso Nella Mente di Una Ragazza (base + avanzato), l’accoppiamento maschio-femmina è uno degli atti più naturali del mondo, ed è previsto dalla natura per consentire la continuazione della specie anche su presupposti ricreativi.

Per cui, se non ti senti maschio alfa (cioè un uomo che ha successo con le donne, definizione comunque impropria) e soffri perché non riesci a trovare una ragazza, inizia a prendere fiato e stare più tranquillo: possiedi già le armi per conquistare una ragazza, devi solo renderti conto di averle e scoprire quali sono.

Come scatenare l’interesse in una donna

Le ragazze di tutte le età, le donne insomma, si interessano ai maschi perché possiedono determinate caratteristiche. Se c’è una cosa che l’esperienza indiretta può confermarti è che la specie umana è una storia di successo. Siamo otto miliardi sul pianeta, significa che la riproduzione funziona. Cioè, i meccanismi biologici che ci portano alla conservazione della specie, sono assai sofisticati e solo in rari casi falliscono.

Tutto ciò che precede e favorisce la riproduzione, come l’accoppiamento e la ricerca di un partner, è reso semplice. Ma come assecondare questa facilità? Come fare in modo di rimuovere gli ostacoli che ti impediscono di stare insieme a una ragazza?

Le regole base della seduzione

Le regole base della seduzione sono principalmente 4 e si legano ad aspetti che, in qualche modo, collegano e portano a un terreno comune maschio e femmina.

  • Non devi inseguire una ragazza e cercare di farti apprezzare a tutti i costi, se la base di partenza è molto scarsa. Se una ragazza non ti vuole, migliora la tua offerta.
  • Non essere troppo diverso dagli altri maschi, le mode segnalano l’impossibilità per le persone di stabilire rapporti efficaci se non tendono a uniformarsi. Osserva come la società tenda ad aggregarsi per somiglianza di caratteristiche.
  • Non esiste solo una ragazza, e l’esperienza negativa che puoi avere con quella ragazza non rappresenta un ostacolo per ottenere un altro tipo di donna. Le caratteristiche degli uomini che piacciono alle donne sono ben note, ma non devi possederle tutte, e ogni donna ha preferenze diverse.
  • Possiedi tutti gli strumenti per stare con una donna, ma se non ci riesci dipende da vari motivi che adesso elencheremo.
donna interessata

“Perché non piaccio alle ragazze”

La convinzione di non piacere alle ragazze è dannosa, perché ti inchioda a una realtà che non esiste.

Se non piaci vuol dire che non stai facendo nulla per mettere in mostra quelle caratteristiche che piacciono molto alle ragazze, e che le ragazze sono programmate ad apprezzare.

Questo vuol dire che in qualche modo, anche involontariamente, stai sabotando a tal punto te stesso, da accettare che esista questa versione di te da sfigato con le donne, che è più nella tua testa che altro.

Se non riesci ad avere dei rapporti probabilmente stai:

  1. Ignorando cosa piace davvero alle ragazze.
  2. Pur sapendo cosa piace stai puntando le ragazze sbagliate, a cui non piacciono le tue caratteristiche attuali.
  3. Non sai come funzionano le donne in generale, ti comporti con loro come se fossero delle versioni al femminile dei tuoi amici.
  4. A causa di questi errori di valutazione, non seduci, ma rimani passivo.
  5. Stai sognando ad occhi aperti.
  6. Sei passivo, nel senso che non fai nulla per migliorare te stesso e ciò che hai da offrire.
  7. Ti sei convinto di possedere solo caratteristiche negative, una magari, che pensi sia impossibile da superare.
  8. Sei convinto di avere sfiga.
  9. Pensi che sia opportuno trovare quella giusta, quando quella giusta in astratto non esiste. Lo diventa con la conoscenza reciproca.
  10. Fai troppo affidamento al corteggiamento online e non provi l’ebbrezza del rapporto faccia a faccia.

Avere una vita interessante

Come suscitare interesse in una ragazza se lei non è interessata alla tua vita? Pensaci bene, è la più banale delle domande, eppure in tanti si rifiutano di rispondere perché a causa dei problemi sopra riportati, pensano che vada tutto bene così.

Per suscitare interesse e provare ad essere attraente devi avere una vita che attrae. Non basta fingere di esserlo. Il motivo per cui la maggior parte dei corsi di seduzione fallisce è perché pensano di venderti degli strumenti, anziché un metodo.

Se ti senti sfigato, per esempio, non è che cambi molto se qualcuno ti dice che non lo sei e che devi comunque provarci. Alla prova dei fatti, la tua convinzione originaria, benché sbagliata, ti soverchierà.

L’aspetto più interessante di questa rivelazione, che viene affrontata anche nel corso Nella Mente di Una Ragazza, dove si mostra come sia perfettamente inutile costruire un cambiamento basato su frasi motivazionali o cose assurde come fermare una ragazza per strada.

Ti sfido a un sondaggio. Chiedi a tutte le coppie che conosci, giovani e mature, perfino anziane, come si sono conosciute. E nessuna, ma proprio nessuna delle donne intervistate ti dirà: “l’ho conosciuto quando mi ha fermato per strada”.

Il punto è che quando pensi a stare con una ragazza, in fin dei conti le stai chiedendo di entrare nella tua vita, e tu entri nella sua.

Il motivo per cui questo sottofondo di verità non ti appaia quasi mai, è che siamo bravi a mascherarlo.

Tutte le ricerche dimostrano che tendiamo a stare insieme, ad aggregarci con persone molto simili a noi, e in amore questo fattore è determinante.

Immagina questo elemento come l’effetto relativistico. Fintanto che due persone molto simili, il concetto di “entrare nella vita di un’altra persona” quasi non si nota, perché la vita di lei e di lui sono molto simili. Due ragazzi dello stesso quartiere, lei magari due anni più piccola figlia di una maestra, lui figlio di un meccanico, che anche senza conoscersi crescono insieme, non troveranno grandi differenze nel frequentarsi. L’effetto si sente meno.

Ma se lui fosse figlio di un milionario e lei figlia di una maestra, la differenza nel concetto di entrare nella sua vita, si avvertirebbe subito.

Questo fattore di compartecipazione c’è sempre, anche se non lo vedi.

Quindi, esattamente, che vita hai da offrire alla ragazza che vorresti frequentare? Cosa fai ogni giorno? Che obiettivi hai? Cosa intendi fare nel tuo futuro immediato? E in quello più lontano?

Queste sono le vere risposte che devi darti. Nel corso Nella Mente di Una Ragazza ti spiego in che modo è possibile usare queste domande interiori (le cui risposte interessano principalmente LEI) per conquistare.

come suscitare interesse in una ragazza

Sono molto più efficaci delle stupidaggini che leggi sull’autostima o la postura. Pensi veramente che se avessi una vita che ti soddisfa a pieno avresti bisogno di un pieno di autostima? È chiaro che se c’è qualcosa che non ti dà soddisfazione, questa si riflette all’esterno, nel rapporto con gli altri.

Quindi l’interesse della ragazza lo puoi suscitare mostrando di avere qualcosa di interessante. E vediamo cosa. Cosa piace davvero alle ragazze?

  • Dal punto di vista fisico contano altezza, mascolinità dei tratti, proporzioni del corpo dove trionfano le spalle più larghe. La pancia non conta se hai le spalle grosse, conta se le hai strette. La scarsa altezza può essere bilanciata da un bel viso o da un corpo comunque proporzionato.
  • Dal punto di vista delle risorse. Un uomo ricco o che comunque mostra di avere una certa disponibilità di spesa. Piace perché piace alle altre donne, per il meccanismo della pre-selezione, e soprattutto perché dimostra di essere in grado di provvedere a tutti. E offrire una vita più ricca in tutti i sensi. In particolare con la capacità di spesa, che è un concetto che può perfino trarre in inganno le ragazze (ingannate dall’esibizione di una ricchezza che non esiste).
  • Dal punto di vista della reputazione. Avere molte conoscenze o essere comunque popolare, uno conosciuto nel proprio circolo o provenire da un ambiente e una famiglia noti. La buona reputazione significa anche che si parla bene di te. Che non hai problemi. Dal punto di vista dei social media può aiutare il fatto di misurare questa popolarità con il numero dei follower. La reputazione si estende anche al lavoro che fai, la posizione che occupi, gli studi che porti avanti. Tutto ciò che ti mette in buona luce e che ti fa sembrare una persona di valore, ma anche con del potenziale.
  • Dal punto di vista della personalità: contano la disponibilità, la generosità, ma anche un taglio fermo e deciso. Tutto ciò che va contro l’idea del bravo ragazzo, che insegue le donne e sembra dipendere da loro. Comportarsi da uomini non significa essere grezzi e violenti, ma stabili emotivamente, ragionare con la logica. Le donne tendono a essere più emotive, ma – per esempio – ci sono leader femminili che dimostrano una fermezza che in modo poco corretto viene definita “maschile”.

    In generale, piacciono la simpatia, la capacità di farla ridere, di farle passare delle ore soprappensiero in modo che si dimentichi della realtà. Siamo esseri emotivi. L’emozione è figlia del movimento, come suggerisce la parola, cioè del mandare avanti le cose e creare una vita che ha sempre qualcosa da dire, che non sia troppo schiacciata dalle abitudini del quotidiano. Le donne tendono a lasciare uomini che le danno per scontate, che cioè non propongono nulla di diverso nel tempo, che sembrano accontentarsi.

    Un uomo non è mai attratto dalle stesse cose per le quali è attratta una ragazza. Per cui al maschio interessa poco se lei è la stessa di sempre, fintanto che è fedele e disponibile sessualmente e si prende cura di lui e della sua prole. So che può sembrare maschilista come concetto e lo è in qualche modo, ma maschi e femmine hanno aspettative simili, da perseguire con mezzi differenti. Le donne vogliono un uomo fedele, presente, che sappia prendersi cura di loro, ma che dia anche sale alla vita.

    Se sei antipatico, non hai amici, non ti interessi delle persone, difficilmente conoscerai nuove ragazze e non farai una buona impressione, se ti focalizzi su come suscitare interesse in una ragazza è ovvio che questo non può poggiare su una base di disprezzo e poca empatia. Gli egoisti non piacciono. Ed è facile sembrare egoista e antipatico se non ti curi mai degli altri.

Come scatenare l’interesse di una donna quindi?

Se queste sono le 4 aree fondamentali con le quali puoi suscitare interesse – una osservazione banale della realtà te lo conferma – è chiaro che occorre migliorare almeno una di queste aree, o delle sotto-aree che la compongono. Le donne amano generosità e simpatia, magari sei poco generoso di natura, ma puoi diventare interessante essendo simpatico.

Puoi fare delle scelte, eliminando i punti deboli. E tutto questo ti dota di armi di seduzione che né le frasi motivazionali, né l’idea malsana di fermare sconosciute per strada possono darti. In Nella Mente di Una Ragazza (base + avanzato), c’è tutto quello che ti serve per suscitare un vero interesse. Sia per una relazione, sia per una serata.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.