Cosa non funziona e cosa funziona

L’illusione che puoi trarre, leggendo alcuni blog o seguendo video e corsi, è che esistano parole magiche, sguardi magnetici, messaggi subconsci e subliminali che inducano una ragazza a venire con te.

Se ci pensi bene, è un po’ una dinamica da film porno.

Non è un caso che queste tendenze vadano di pari passo con l’affermazione della pornografia online, ormai onnipresente, che non è altro che una proiezione mentale di fantasie maschili estreme, quasi sempre irrealizzabili.

Tieni conto che il porno non nasce per soddisfare l’uomo “solo”, ma per dare una valvola di sfogo all’uomo “sposato” che non può avere una vita sessuale così soddisfacente nell’ambito del matrimonio.

I romanzi rosa per le donne hanno avuto la stessa funzione: evasione mentale dalla gabbia del quotidiano.

Questa tipologia di fantasie, nelle quali la donna fa tutto ciò che l’uomo desidera, oltre a essere fuorviante, è anche controproducente, perché nella realtà è molto difficile convincere una ragazza con uno schiocco di dita. Dovresti pagarla.

E lo sai bene che è così. Se sei ricco non devi nemmeno pagarle, quindi perché sei qui?

Queste tecniche sono passive, esattamente come il porno. Non contengono alcunché di propositivo da parte tua, per cui si esauriscono in rituali magici che non producono assolutamente nulla.

Gli artisti del rimorchio vogliono convincerti che è un problema di motivazione, che il risultato della tua “formazione” è parlare a delle sconosciute o farti seguire su Instagram. Ma la verità è che – nella maggior parte dei casi – non vai oltre questo.

E quindi confondi il mezzo con il risultato.

Attraverso i moduli che seguiranno ti spiegherò invece come raggiungere il risultato, in concreto. Lo farai seguendo questi 5 principi fondamentali.

  1. Le persone tendono a essere attratte da chi somiglia loro. La somiglianza può essere fisica, caratteriale, sociale, etnica, religiosa, di gusti e interessi. Un’eccessiva somiglianza nei tratti somatici aumenta la fiducia, ma diminuisce l’interesse sessuale.
  2. Non puoi piacere a tutti, ci sono invece molte più possibilità di piacere a qualcuno che ha qualcosa in comune con te.
  3. Puoi comunque piacere a tante, purché all’interno di una nicchia che puoi scegliere, decidendo di migliorare quella parte di te adatta a quella nicchia.
  4. Puoi fingere di essere qualcun altro, ma è meglio essere te stesso e acquisire semplicemente nuovi interessi e nuove informazioni, non essere passivo come sei sempre stato.
  5. Alle donne il sesso piace come piace a te. Piace anche quello occasionale, ma dipende dalle condizioni. Le ragazze hanno un loro immaginario, tu hai il tuo.

    Una volta che hai familiarizzato con il punto 5, i punti 1, 2, 3, 4 lavorano in tuo favore.

Perché non puoi piacere a tutte

I gusti sono gusti si dice, ma tutte le ricerche suggeriscono che le persone tendono a essere attratte da individui simili.

La similitudine talvolta può essere estrema.

In condizioni normali ci si incontra nei posti che si frequentano o condividendo gusti e interessi o persino una posizione lavorativa. C’è qualcosa in comune che permette di frequentarsi, fosse pure una semplice conoscenza.

Chi si somiglia si piglia, si dice, e dovresti dar credito a questo antico proverbio, perché è la verità.

Nonostante quello che ci propina il cinema, influenzato dai gusti del pubblico femminile, le favole a lieto fine sono appunto favole.

Vediamo queste favole Disney, spesso riproposte in salsa adulta, funzionare sempre.

Nella narrativa di genere rosa, basata sulle fantasticherie di casalinghe annoiate dal ménage familiare, le due persone che si incontrano e che fanno sesso, spesso PRIMA della relazione ufficiale, sono di estrazione diversa.

Nei romanzi di Nicholas Sparks, il più prolifico autore rosa in circolazione, le cui opere sono diventate anche dei film, i protagonisti della storia d’amore sono diversissimi.

Lei è una donna del sud degli Stati Uniti, che vive in una piccola realtà rurale, che sta riscoprendo le radici, oppure che non si è mai spostata dal suo piccolo mondo fatto di torte di mele, scambi di regali con il vicinato, tanto calore e l’immancabile cane che porta scompiglio.

Lui è un uomo di successo, che arriva dalla città, con dei rapporti alle spalle o complicati o superficiali, bello, elegante, trasuda mascolinità ma anche una sufficiente dose di senso di protezione.

Le due figure possono invertirsi: lei ricca e ambiziosa ma insoddisfatta, lui vedovo, povero e affascinante.

È un romanzo. Piace perché è una finzione che soddisfa la fantasia delle donne, ma rimane una storia inventata senza molto senso, se non quello di far volare l’immaginazione.

Queste cose possono accadere nella vita reale? Certo, ma sono eccezioni. Nella vita ordinaria si sta con le persone che si frequentano e si conoscono in ambienti molto simili.

L’unica vera opposizione è mascolinità contro femminilità. E nei romanzi rosa la prima è sottintesa, nascosta tra le fantasie femminili.

Ma perché è doveroso annullare le differenze?

Perché è sicuro, garantito al 100%, che agire all’interno di un contesto in comune aiuti a conquistare più ragazze!

I motivi sono diversi, ma gli studi sociali, antropologici e psicologici sottolineano principalmente questi istinti di base:

  • Come essere umani desideriamo avere un conforto delle nostre idee e delle nostre opinioni. Paradossalmente anche un aspetto esteriore, come un capo di abbigliamento, può rappresentare un ostacolo.

    Le mode tendono a uniformare le persone. E questo concetto è espresso in modo inequivocabile in comunità chiuse, mentre quando ci si apre a comunità più cosmopolite si tende a fare dei compromessi (esempio: cambiare abbigliamento per uniformarsi allo stile cosmopolita, ma mantenere le abitudini culinarie del posto di provenienza per mostrare attaccamento alle origini).
  • Le persone che vanno d’accordo con noi rafforzano il nostro modo di vedere il mondo e ci rassicurano. Chi non va d’accordo con noi genera ansia, negatività, confusione e senso di repulsione.
  • Le persone che appartengono alla stessa dimensione socio-demografica tendono a stare insieme molto più che le persone di ambiti differenti.
  • Gli esperimenti fatti sulle app di dating, ma anche le rilevazioni statistiche, confermano che le persone con simile background scolastico, universitario, simile età tendono a fare più “match”. Eppure, a sentire tutti, la curiosità dovrebbe essere stimolata dalla diversità invece è L’ESATTO CONTRARIO.

Negli anni 50 del secolo scorso, si pensava che fosse la complementarità a fare da traino per quel che riguarda le relazioni umane, che cioè le persone preferissero stare con altre in grado di completarle, ma non è così.

E anche la semplice osservazione della realtà quotidiana ce lo conferma.

Uno studio di revisione di 313 ricerche sulle relazioni affettive che hanno coinvolto 35.000 partecipanti conferma IN TUTTO E PER TUTTO che non è vero che gli opposti si attraggono.

È una generalizzazione, una narrazione che fa bene all’industria cinematografica, avida di storie complicate e impossibili, ma che si scontra con la realtà.

Gli psicologi affermano che nelle coppie le diversità tendono ad appianarsi con il tempo. Che fino a quando c’è affetto e amore, un partner va incontro all’altro su qualcosa e viceversa. Addirittura, i partner si influenzano fino ad avere idee e comportamenti molto simili.

Insomma, anche quando si comincia con delle diversità, alla fine si diventa uniformi.

Per cui, non c’è alcun motivo di non tenere in considerazione questo fondamentale principio.

Per conquistare più ragazze devi annullare le differenze con il mondo che ti circonda e non essere eccentrico, ma normale con qualcosa in più.