Il primo problema: capire cosa vogliono le ragazze

Un grosso problema è capire come funzionano le donne e cosa vogliono le ragazze.

Capire le donne non è semplice, tendono a comportarsi in maniera poco uniforme nell’esperienza quotidiana.

Nota bene: da qui in poi useremo termini come ragazze e donne in maniera alternativa. Ma intendendo per esse le “femmine”, cioè la controparte sessuale del “maschio” (uomo o ragazzo).

Guardiamo le cose in modo crudo, ma reale, che aiuta:

  1. Alle ragazze il sesso piace. Il fatto che a loro piaccia dovrebbe convincerti che farlo per loro è una opzione sempre valida, in astratto. Alle ragazze piacciono i ragazzi e immaginano di poterci fare sesso esattamente come lo immagini tu. Ciò che è diverso è l’immaginario all’interno del quale queste fantasie avvengono. 
  2. Le donne sono diverse dai tuoi amici. Una ragazza non è il tuo miglior amico con le tette. E non avrà mai lo stesso modo di pensare del tuo amico. Né dovrai avere un approccio razionale come ce l’hai con il tuo amico. Insomma, quando ti confronti con una ragazza stai parlando con un animale della tua stessa specie, programmato per volere le cose che vuoi tu, ma con armi e strumenti diversi dai tuoi. L’interesse in comune per l’accoppiamento c’è, ma loro hanno un margine di preferenza che devi rispettare. Significa che devi scegliere, ma anche essere scelto, esattamente come avviene in natura.
  3. Le ragazze hanno un loro immaginario ed è in questo immaginario che liberano la loro sessualità. Più ci si avvicina a questo immaginario fatto di emozioni, cioè anche farlo annusare, farlo sentire, più è possibile che la loro disponibilità sessuale aumenti. È per questo che le donne spesso perdono la testa per tipi discutibili, bad boy, artisti pazzi, et cet. Uomini che sanno entrare nel loro immaginario, entrano più facilmente nei loro pensieri. Quando rafforzi le 4 aree sei in grado di presentare un immaginario più credibile. E quindi più vicino al loro ideale di rapporto, quello per il quale potrebbero fare sesso con te nel giro di pochi minuti e poi dire “ha quel qualcosa di irresistibile”. Tieni conto che in questo caso a piacere non è il fatto che lui sia “alternativo” o “diverso dalla massa”, ma che emerga avendo un tratto dei 4 molto forte. Il bad boy ha un aspetto rude, muscoloso, rovinato dalla vita. Ma è pur sempre un “aspetto fisico” che piace. L’artista pazzo attira per la reputazione sociale e per il carattere tutt’altro che banale. E così via.
  4. Per le donne il sesso inizia nella loro mente: quando si immagina con te, desidera fare cose con te, fantastica… non è mai un caso. È un fattore biologico. Ecco perché spesso le ragazze si lamentano che i ragazzi non sono in grado di fare la prima mossa e di cogliere le occasioni. Se una ragazza fantastica su di te, la sua disponibilità nei tuoi confronti (tuoi, non di altri) è alta e l’eccitazione è sul punto di sbocciare. Un conto è fantasticare per noia su un attore, un altro è avere fantasie ricorrenti per una persona che si conosce.
  5. Le donne pensano al sesso se si sentono desiderate. È sentirsi desiderate che le muove, molto più del fatto che piacciano al bel ragazzo di turno. E anche qui dipende da quanto scritto sopra: sentirsi desiderate scatena la fantasia e l’immaginazione, le donne si aspettano un continuo desiderio da parte tua, se c’è coinvolgimento emotivo, perché questo fa perdurare la loro desiderabilità, a cui tengono. Vuoi due prove indirette? Nota come si vestono talvolta per cercare di essere desiderabili e scatenare le fantasie o anche quanto sia ricca l’industria della cosmesi… e come sia facile cadere in zona amicizia, cioè stabilire un rapporto privo di desiderio da parte tua che non le smuove minimamente.
  6. Il suo desiderio non corrisponde alla tua idea di fare sesso: per la donna il desiderio può essere una semplice fantasia momentanea, sta a te sondare la sua disponibilità in modo corretto, senza dare per scontato che lo voglia fare. E farsi desiderare non significa sottostare al tuo desiderio. Se indossa una minigonna non vuol dire automaticamente che ci sta. Se anche volesse e non può, non lo farà e non la devi forzare. Né devi avere un atteggiamento da film porno: in quelle situazioni la donna-oggetto è la proiezione di una fantasia sessuale maschile che non c’entra nulla con la realtà. Se non le piaci non avrà fantasie su di te. Quindi cerca come minimo di renderti interessante e di farla sentire desiderata. Nel corso avanzato si parla anche di questo.
  7. Il sesso per le donne è contestuale e la disponibilità sessuale muta a seconda delle situazioni. Per questo ai ragazzi le donne appaiono indecifrabili. Possono decidere di non essere disponibili perché il contesto non è adatto, ad esempio all’interno di una relazione fatta di continue crisi e incomprensioni. Ma nel campo della seduzione non esiste una guerra tra sessi. Non siamo di fronte a maschi contro femmine, ma a maschi contro maschi e femmine contro femmine. Con l’esperienza noterai che anche come uomo a volte potresti non avere voglia di fare sesso. Romanticismo e seduzione sono due immaginari che aiutano la ragazza a sentirsi meno vulnerabile.
  8. Il sesso è solo un aspetto dell’amore: una ragazza può fare sesso se si sente desiderata, se ama, se si trova al sicuro e in pieno comfort, se organizzate un viaggio insieme, se la riempi di attenzioni et cet… insomma, non essere categorizzante e non escludere nulla in merito al fatto che potrebbe starci o no.
  9. Il sesso è comunque un modo per dimostrarti una forma di interesse affettivo, anche momentaneo. E anzi, la scienza suggerisce che mentre tu hai desiderio prima di farlo, lei potrebbe desiderarti dopo averlo fatto. Quindi è una carta che ti devi giocare bene e sulla quale è assolutamente inutile perdersi in seghe mentali… e non solo mentali.

Ora che sai cosa vogliono le ragazze e cosa il sesso significhi per loro, dovresti capire che le tue possibilità sono aumentate. E che non devi assolutamente spaventarti delle conseguenze.

È importante che quanto stai conoscendo ti serva per NON ESCLUDERE NULLA.

La prima cosa che non devi escludere, insomma, è che tu le possa piacere, che tu possa convincerla a fare sesso con te anche se non ci scommetteresti un euro.

Per avvicinarti a questo obiettivo devi fissare bene due concetti: le 4 aree che rendono un uomo speciale (le specialità), la super selezione che è il metodo necessario per eliminare gli errori e affinare la tua esperienza.