Perché non bisogna essere belli e famosi per conquistare

L’idea che bisgona essere ricchi e famosi per avere donne a disposizione è sbagliata, ma non troppo. Spesso la ricchezza e la fama vengono viste come scorciatoie per ottenere più appuntamenti con le donne e aumentare le probabilità di avere rapporti sessuali.

Ma questo assunto contrasta con la teoria del maschio alfa dominante? Assolutamente no, è propria la conferma. Le donne non preferiscono gli uomini ricchi e famosi per la loro ricchezza o la loro fama. No, li preferiscono, nella stragrande maggioranza dei casi, perché pensano “automaticamente” che avranno più potere nel loro circolo di amicizie e conoscenze. In pratica “pensano”: se è ricco e famoso è perchè è dominante.

La storia dei calciatori e delle veline è la prova determinante. I calciatori probabilmente fanno uno dei mestieri più invidiati del mondo, almeno quelli di alto livello: sono sempre in forma fisica, sono alti, statuari, giovani, famosi e soprattutto ricchi. Ma come mai le “veline” (ovvero le showgirl, ragazze mediamente famose per la loro avvenenza) che sono famose anch’esse e quindi potrebbero stare con uomini di tutti i tipi, preferiscono dei pari grado? Semplice: i calciatori, nel loro piccolo, sono dei maschi alfa dominanti. Riescono in un ambito professionale, che per incidente gli dà anche la fama.

Ma non cambierebbe assolutamente col dottore che da laureato diventa primario nel giro di una carriera fulminante: la donna percepirà questo valore “dominante” e lo legherà ai suoi interessi primari, che sono quelli di assicurarsi un padre migliore per la propria prole. Il fatto che il dottore non sia famoso e ricco quanto un calciatore non significa nulla, nel suo ambito è dominante. E questa verità, in fondo, è la grande speranza di tutti e il motivo principale per il quale l’uomo è passato da vivere sugli alberi a 7 miliardi di abitanti. La prova più concreta che il sistema di corteggiamento del maschio alfa dominante funziona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *